venerdì 20 luglio 2012

Dei benefici della lettura

Quando aspettavo il mio primo figlio non ero certa praticamente di nulla se non del fatto che mi sare impegnata in tutti i modi affinchè si appassionasse alla lettura. Fortunatamente, avendo iniziato la mia operazione fin dalle fasce (ho acquistato il primo libretto di pezza che ancora non sapeva neanche tenerlo in mano), per adesso ho ottenuto dei buoni risultati e il mio piccolo Avvocato di quattro anni è un bibliofilo in erba. Speriamo perseveri: io intanto ho iniziato la stessa pratica con il fratellino di otto mesi. Ovviamente lavorando in biblioteca ho vita facile: ogni volta che torno da lavoro riporto quantità di libri incredibili e spero che il nanetto piccolo benefici anche delle letture che io faccio al fratello.
Io non so se è merito della lettura oppure se è semplicemente la natura che ha fatto il suo corso (ovvio che personalmente propendo per la prima ipotesi), fatto sta che il mio primo figlio non viene chiamato Avvocato senza fondamento: fin dai due anni di età parlava piuttosto bene, utilizza i congiuntivi e la sua maestra dell'asilo mi ha più volte fatto presente di avere l'impressione di parlare con un bimbo molto più grande. Non lo dico per sciocca vanteria materna: che l'Avvocato parla bene è un fatto. Ecco, anche sui benefici della lettura fin dalla più tenera età io ho letto molto e oggi mi sento di consigliare un libretto molto carino, accessibile e di recente pubblicazione .

Gli autori sono studiosi affermati nel loro campo e hanno realizzato un prodotto davvero accessibile anche ai genitori che si avvicinano per la prima volta a questo genere di letture. Dunque buon approfondimento!

Nessun commento:

Posta un commento